Via G.A. Boltraffio 21, Milano 02 6901 5733 fontana.teatro@elsinor.net

L'abito nuovo

di Eduardo de Filippo e Luigi Pirandello
con Marco Manchisi, Nunzia Antonino e Salvatore Marci, Vittorio Continelli
e Annarita de Michele, Adriana Gallo, Paolo Gubello, Dante Manchisi, Olga Mascolo, Antonella Ruggiero, Luigi Tagliente
regia scene e luci Michelangelo Campanale
direzione tecnica Tea Primiterra

Produzione Ass. Culturale tra il dire e il fare / La Luna Nel Letto

Date e orari:

dal 14 al 19 marzo
mart - sab ore 20.30 - dom ore 16.00

L’abito nuovo è una pièce nata dall’insolita collaborazione tra Eduardo e Pirandello, inserita poi nel filone della Cantata dei giorni pari.
Il progetto nacque intorno all’omonima novella di Pirandello, che Eduardo individuò come adatta a una trasposizione teatrale.
Eduardo restò affascinato dalla figura del protagonista della novella, lo scrivano Michele Crispucci, un personaggio che partendo da un’umile condizione sociale, non accetta l’eredità che la sorte gli predispone, pur di non perdere la sua dignità e la sua onestà.
Il breve racconto di Pirandello inizia letteralmente con l’abito che quel povero Crispucci indossava da tempo immemorabile e finisce con un abito che parlava da sè. Così che il passaggio da un abito vecchio ad un abito nuovo rappresenta l’avvenimento fondamentale del testo. L’amore profondo, puro e testardo di Crispucci per sua moglie, nonostante gli eventi, prorompe in lui con lucida follia, trasformandolo in una sorta di eroe contemporaneo che lotta contro l’ottuso materialismo dei nostri giorni e il degradante attaccamento degli uomini alle cose, alla roba e non ai sentimenti.

MENU